LE NOSTRE TECNOLOGIE: MOBILE CHARGER

Un’ora di cammino all’andata, da ripetere al ritorno se non si è fortunati nel trovare un passaggio su ruota, motrice o trainata dalla forza animale.

Questo è il tempo normalmente utilizzato dagli abitanti di Sikilo, comunità della regione di Kaffrine, per raggiungere l’omonimo capoluogo e poter ricaricare i propri telefoni cellulari.

Sikilo si trova a 6km da Kaffrine, da questa distanza deriva il nome della comunità letteralmente “Six kilomètres”, la maggior parte della popolazione lavoratrice (?) della comunità passa la maggior parte della giornata nelle città per motivi lavorativi; i più fortunati nella vicina Kaffrine, altrimenti: Kaolack, Mbour o Dakar.

“Abbiamo accettato la sfida, l’obiettivo era di permettere un accesso green e gratuito alla ricarica di apparecchi mobili per le telecomunicazioni”

Una tale distanza tra le persone e gli affetti più cari richiede l’utilizzo delle telecomunicazioni e può trovare sulla sua strada alcuni ostacoli, uno su tutti: l’accesso all’energia elettrica.
La ricarica dei sistemi mobili è un problema molto sentito nelle comunità rurali, tanto da spingerle a richiederci a più riprese di intervenire in questo campo.

Abbiamo accettato la sfida, con l’obiettivo di permettere un accesso green e gratuito alla ricarica di apparecchi mobili per le telecomunicazioni

Da questa esperienza è nato il “Mobile Charger”, postazione solare di ricarica multipla per telefoni cellulari. Tale postazione permette la ricarica di due dispositivi in parallelo, per un totale di otto ricariche totali al giorno*, in maniera completamente autonoma e green.

“Un piccolo gesto per noi, due ore di vita quotidiana per Sikilo”

Le postazioni vengono installate in luoghi pubblici e accessibili delle comunità, così che possano essere liberamente fruibili e controllate.

Grazie a sistemi come il Mobile Charger abbiamo reso possibile l’accesso energetico al servizio delle telecomunicazioni, un piccolo gesto per noi, due ore di vita quotidiana per Sikilo.

 

*numero di ricariche riferito a smartphone di ultima generazione, telefoni meno “energivori” permettono un numero di ricariche maggiore nell’arco della giornata.

LE NOSTRE TECNOLOGIE: LIGHTBOX

Quando si parla di comunità rurale, immediatamente si formano nella nostra mente immagini di piccole case semplici, isolate, circondate dalla natura, dove pochi esseri umani vivono dei prodotti della terra. Un’immagine quasi idilliaca, romantica, dove la pace e la tranquillità vengono scandite dai ritmi della natura. Ebbene, la ruralità è sicuramente questo. Ma la ruralità è anche freddo, caldo, vento, pioggia, animali selvatici, carestie, calamità che vanno fronteggiate quotidianamente.

Facciamo un esempio. Immaginiamo di essere in un deserto di sabbia e di dover affrontare 45 gradi all’ombra per nove mesi consecutivi fino all’arrivo delle piogge. Dopodichè, immaginiamoci tre mesi di pioggia incessante, che trasforma le strade di sabbia in fiumi marroni, i pavimenti delle case in terra battuta completamente fradici. Il tutto senza poter accedere ad alcuna forma di energia elettrica, quindi niente luce se non dalle lampade a kerosene, niente condizionatori o riscaldamento. Niente frigorifero o telefono.

Questa è la realtà di Sikilo, In Senegal, ed è solo uno dei tanti villaggi rurali completamente off-grid con i quali dal 2015 opera Liter Of Light Italia.

 

Proprio questi interventi hanno portato i nostri tecnici ad interrogarsi su un sistema di illuminazione in grado di resistere a tali estreme condizioni. Dopo diversi anni di attività sul campo, test e confronti con la popolazione locale, Liter Of Light Italia ha sviluppato una tecnologia all’altezza: la lampada portatile “LIGHTBOX”.

Costituita da una scatola in plastica ABS chiusa ermeticamente, la lampada permette di essere ricaricata ad energia solare tramite un’entrata USB anch’essa a tenuta stagna. Una luce Led da 1,5 Watt sviluppa circa 60 Lumen di energia luminosa per 8 ore di utilizzo continuo. La LIGHTBOX è progettata per resistere agli urti ed impedire alla polvere di entrare e danneggiare il circuito, ma la carcassa della lampada rimane comunque ispezionabile e riparabile. La lampada presenta un’ottima resistenza all’acqua, rendendola performante anche durante le intemperie.

La LIGHTBOX è il più essenziale e resistenze
sistema di illuminazione Liter Of Light.

È possibile declinare la LIGHTBOX per diversi utilizzi: ad esempio, fissandola al tetto per avere illuminazione in un ambiente chiuso, oppure legata a sé o ad un mezzo di trasporto per illuminare una strada buia. Il sistema LIGHTBOX prevede una stazione di ricarica a cui possono essere collegate contemporaneamente fino a 5 Lampade grazie a un pannello solare da 10 Watt. Come la lampada, anche la stazione di ricarica è a prova di urti, polvere ed acqua, ed è al contempo ispezionabile e riparabile se necessario secondo l’approccio OPEN SOURCE di Liter Of Light.

Se da un lato gli aspetti tecnici ne mostrano le potenzialità, ciò che rende veramente la LIGHTBOX una soluzione innovativa, così come le altre soluzioni di Liter Of Light, non risiede tanto nella tecnologia e nel design, bensì nel processo grazie al quale si è pervenuti ad essi. Un processo che vede nord e sud del mondo uniti, che collaborano per ottenere un risultato comune. Una soluzione incentrata sull’essere umano e sulla sua resilienza, sostenibile nel lungo periodo, che risponda alle esigenze del contesto ma che al contempo venga compresa e impiegata dalla comunità rurale, seguendo gli ideali della sostenibilità e della dignità della vita.

Una soluzione pensata da e con la popolazione locale, per creare impatto reale e miglioramento della qualità della vita.